sabato, Luglio 2, 2022
HomeUltime novitàPronta per il Senato la manovra: si vota la fiducia

Pronta per il Senato la manovra: si vota la fiducia

Continuano gli incontri tra il governo e la maggioranza per trovare una mediazione sugli emendamenti più caldi. Il testo approderà non prima di giovedì in Aula, dove sarà la votata la fiducia per poi incassare il via libera del Parlamento poco prima di Capodanno e a un passo dall’esercizio provvisorio. Nel fine settimana sono continuati i lavori sulla legge di Bilancio e si è raggiunto un accordo sul superbonus per cancellare l’Isee di 25.000 euro sulle villette e includere un rinnovo dell’incentivo sul fotovoltaico e le barriere architettoniche. Manca però ancora l’ok della Ragioneria di Stato, che dovrà formalizzare e validare i conti. Ma non solo di 110% si è parlato. Un accordo è arrivato anche su altri temi come il bonus mobili, gli anticipi pensionistici e molto altro.

Bonus mobili

Il bonus mobili diventa più generoso ma solo per il 2022. La maggioranza e il governo hanno deciso di riformulare l’emendamento del bonus, prevedendo che il tetto di spesa, in base al quale è calcolata la detrazione del 50%, salga da 5 a 10.000 euro. Si torna invece alla base (5.000 euro) per il 2023 e il 2024. Da ricordare che l’agevolazione riguarda l’acquisto di elettrodomestici e mobili per case in ristrutturazione.

Superbonus 110%

Oltre alla questione dell’Isee sulle villette, si è deciso di prorogare fino al 2025 il bonus per gli interventi nei comuni colpiti da eventi sismici a partire dall’aprile 2009. Per la misura vengono stanziati 300.000 euro nel 2022, 9 milioni nel 2023, 41,2 milioni nel 2024, 96,7 milioni nel 2025, 145,1 milioni nel 2026, 124,4 milioni per il 2027, 86 milioni per il 2028, 29,4 milioni per il 2029 e 600.000 per il 2030.

Tassa per l’occupazione degli spazi e aree pubbliche (Tosap)

Viene sospeso il pagamento per i titolari di bar e ristoranti e anche per i commercianti ambulanti della Tosap fino al 31 marzo 2022. La norma prevede 82,5 milioni di euro per ristorare i comuni dai mancati incassi.

Bonus idrico

L’agevolazione per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio dell’acqua viene prorogata fino al 31 dicembre 2023, sotto forma di detrazione fiscale. Per il 2023 la misura viene rifinanziata con 1,5 milioni di euro.

Fondo sanità

Sono previste maggiori risorse per il fondo alla sanità: «Si sta approvando in questi giorni la legge di Bilancio. Prevede che per il fondo sanitario nazionale, nel 2022, avremo 124 miliardi, vuole dire che in circa due anni siamo passati da 114 miliardi a 124 solo di fondi ordinari. Più i 20 miliardi previsti dal Piano nazionale di Ripresa e resilienza. Tante risorse insieme in un colpo solo, oggettivamente non si erano mai viste». Così il ministro della Salute Roberto Speranza durante la presentazione del libro Sanità pubblica. Scienza e politica per la salute dei cittadini di Walter Ricciardi.

Ape sociale

Tra le richieste accolte dal governo c’è anche la modifica dei requisiti pensionistici per gli operai edili e i ceramisti. Questi, se vorranno, potranno lasciare prima il lavoro con l’Ape sociale. La soglia dei contributi scenderà da 36 a 32 e così anche l’età pensionabile che sarà di 63.

Cartelle esattoriali

Continua anche la questione delle cartelle fiscali, con una maggioranza divisa. Da una parte il centro destra che chiede una proroga e dall’altra la sinistra che è invece più restia a questo genere di misure. La decisione è stata lasciata nelle mani del governo che dovrebbe optare per un allungamento dei tempi, per le cartelle del primo trimestre 2022, a 180 giorni invece dei soliti 60.

Fondo pasticcerie ed enogastronomia

Al via anche un fondo da 20 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023 a sostegno dell’enogastronomia e della pasticceria italiana. La norma prevede che le risorse siano utilizzate anche per interventi che incentivino le assunzioni di giovani diplomati nei servizi di enogastronomia e ospitalità alberghiera.

Manutenzione aree del G8

Sono 10,5 i milioni di euro stanziati in Manovra per la manutenzione delle aree dell’ex arsenale militare de La Maddalena adibite a sede del vertice G8 del 2009, poi spostato a L’Aquila dopo il terremoto. Nel dettaglio sono stanziati 3,5 milioni di euro l’anno per il 2022, 2023 e 2024.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

I più popolari