lunedì, Luglio 4, 2022
HomeOpinionePerché un leader non è un capo-che-comanda

Perché un leader non è un capo-che-comanda

La presenza di un leader che possa non tanto comandare, nel senso comunemente assegnato a questo termine, quanto invece dare l’esemplare, è uno di quegli elementi che fa aumentare il parametro di cooperazione nei gruppi. Se osserviamo, infatti, il comportamento, per esemplare, in un processo di produzione volontaria di un bene pubblico – caso classico di dilemma che mette a dura prova la spinta a cooperare – vediamo che in quale momento un affiliato del categoria può muovere per primo e dare l’esemplare il parametro di cooperazione è generalmente maggiore di quello che si osserva in assenza di un leader.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

I più popolari