Oms forma nuovo team di 26 esperti

Oms forma nuovo team di 26 esperti

L’Organizzazione mondiale della sanità ha proposto un nuovo team per condurre una seconda indagine che chiarisca definitivamente l’origine della diffusione di Covid-19, dopo le polemiche che hanno accompagnato la prima inchiesta. Secondo quanto riferito dall’Oms, su 700 candidati sono stati selezionati 26 esperti in materie che vanno dall’epidemiologia alla biosicurezza. Tra questi figurano Marion Koopmans dell’Erasmus Medical Center in Olanda, Christian Drosten dell’Istituto di virologia di Charite a Berlino, e Yungui Yang, vice direttore dell’Istituto di genomica di Pechino.

“Capire da dove provengono i nuovi agenti patogeni è essenziale per prevenire future epidemie con potenziale epidemico e pandemico e richiede un’ampia gamma di competenze”, ha dichiarato in una nota il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, annunciando l’istituzione dello Scientific Advisory Group for the Origins of Novel Pathogens (Sago).

Una missione congiunta Oms-Cina condotta all’inizio di quest’anno ha rilevato che il coronavirus Sars-CoV-2 probabilmente si è diffuso dai pipistrelli all’uomo attraverso un altro animale. Sebbene il team considerasse una fuga del virus dal laboratorio l’ipotesi meno probabile, il direttore dell’Oms ha chiesto ulteriori ricerche. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha criticato la Cina per aver ostacolato gli sforzi per comprendere come sia nato il Covid-19, accuse che Pechino ha sempre respinto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *