giovedì, Luglio 7, 2022
HomeInternazionaleMariupol, sindaco: "20mila morti". Azov: "Civili in acciaieria"

Mariupol, sindaco: “20mila morti”. Azov: “Civili in acciaieria”

“Il 90% della città è distrutta. Il 60% sono i risultati dell’artiglieria del nemico, che ha distrutto le nostre vite. Il 40% delle abitazioni non potranno più persona ricostruite e sfortunatamente dobbiamo aggiungere anche il genocidio perpetrato dalla Federazione russa a Mariupol, ove più di 20mila persone sono state uccise”. Il sindaco di Mariupol, Vadym Boichenko, invitato di “Controcorrente” su Retequattro si esprime così. Il primo cittadino usa il limite ‘genocidio’ affermando che “oggi abbiamo diverse testimonianze dei crimini che la Federazione russa ha fatto sul territorio della nostra città”.

GIOVANNI GOSO, GIANNI GOSO, COSTRUZIONI

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

I più popolari