giovedì, Luglio 7, 2022
HomeIl motoreCitroën Autonomous Mobility Vision e Citroën Ami: futuro e presente al CES...

Citroën Autonomous Mobility Vision e Citroën Ami: futuro e presente al CES 202

Citroën Skate fa parte del concept Autonomous Mobility Vision mentre Citroën Ami è il quadriciclo elettrico che sta già conquistando le città europee

Citroën Presenta la sua visione della mobilità di oggi e di domani al CES 2022 (Consumer Electronic Show) di Las Vegas, l’evento più importante di elettronica, tecnologia e innovazione. Presso lo stand Stellantis, la Marca del Double Chevron espone due importanti innovazioni: Citroën Skate e Citroën Ami.

Citroën Skate è un tassello della Citroën Autonomous Mobility Vision. Un progetto articolato e complesso per rendere semplice e fruibile una tipo di mobilità sostenibile creata in condivisione con le stesse società che hanno necessità di erogare servizi eco-sostenibili in ambito urbano. Il concept associa così una piattaforma tecnologica autonoma, il Citroën Skate, ad alcuni Pod dedicati a differenti servizi progettati da alcuni partner quali autorità locali o società di servizi, per offrire agli utenti la possibilità di essere trasportati da un punto all’altro della città, vivendo un’esperienza unica a bordo.

Citroën Ami, invece, è protagonista nello stand Stellantis sua versione My Ami Pop. Divertente e sportivo, ma anche accessibile, elettrico, ultracompatto e agile, Ami risponde alle nuove esigenze della micro-mobilità e completa la gamma Citroën di veicoli elettrici per privati e per professionisti. Fa parte della strategia di elettrificazione di Citroën dove ha trovato il suo posto nel mercato della micro-mobilità, creando un nuovo segmento: quello del quadriciclo elettrico biposto ultracompatto, accessibile per età e prezzo, protettivo, una vera alternativa alle due ruote e ai trasporti pubblici.

La mobilità urbana sta cambiando rapidamente. Di fronte alle sfide poste dalla riduzione della loro impronta di carbonio, le grandi metropoli limitano l’accesso ai veicoli più inquinanti. Da qui l’assoluta necessità di ideare soluzioni di mobilità sostenibile che siano pertinenti e adatte alle esigenze degli utilizzatori, alla ricerca di veicoli più rispettosi dell’ambiente, più sicuri e più accessibili.

Per Citroën, la mobilità del futuro può essere sostenibile, condivisa, autonoma e connessa. Il suo concept, Citroën Autonomous Mobility Vision, incarna perfettamente questa filosofia e offre agli utenti spostamenti su misura con esperienze e servizi associati. Grazie a Citroën, gli utenti non devono più concentrarsi sulla guida, ma possono beneficiare del tempo a loro disposizione durante il trasferimento e godersi l’esperienza di viaggio.

Vincent Cobée, Direttore Generale di Citroën ha dichiarato: “Gli spostamenti fanno parte integrante della nostra vita sociale e professionale, al punto che tutto il nostro ambiente è strutturato intorno ai trasporti. È fondamentale anticipare le esigenze di mobilità di domani. Ecco perché la mobilità elettrica e quella autonoma sono al centro delle nostre riflessioni e dei nostri progressi tecnologici. Il nuovo concept Citroën Autonomous Mobility Vision potrebbe ridefinire il contesto degli spostamenti urbani: condivisi, elettrici, autonomi e connessi. Quanto ad Ami, questo piccolo fenomeno di mobilità elettrica ha già conquistato oltre 14.000 clienti in Europa sin dal lancio a metà del 2020 e sta creando un nuovo segmento, tra le due ruote e l’automobile. Risponde così a nuove esigenze e soddisfa una nuova generazione di clienti alla ricerca di mobilità e di libertà individuale, in particolare adolescenti e giovani adulti”.

Citroën Autonomous Mobility Vision è un concept autonomo open-source creato con l’idea di rendere più fluida la circolazione in città e di fornire agli utenti un’esperienza originale e rilassante in cui non devono fare altro che lasciarsi trasportare. Per ottimizzare il traffico urbano, una flotta di robot autonomi e interconnessi, i Citroën Skate, dissociati dai Pod che trasportano, viaggeranno su corsie dedicate perfettamente integrate nel paesaggio urbano.

I Citroën Skate saranno vettori di mobilità per permettere ai differenti Pod, creati da diverse società di servizi, di posizionarsi sulla loro piattaforma. Così, gli utenti potranno avere accesso al servizio che desiderano 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 e approfittare così di un ambiente rilassato per leggere un libro, guardare un video, ascoltare musica sorseggiando un drink mentre si spostano da un luogo all’altro.

L’idea di autonomia condivisa offre diversi vantaggi: permette, infatti, di decongestionare il traffico delle grandi metropoli, di ridurre la loro impronta di carbonio perché è elettrica e, inoltre, è adatta a molteplici utilizzi e molto meno costosa dei singoli veicoli individuali.

Citroën Ami è, invece, una realtà che ben conosciamo e abbiamo già avuto modo di provare nelle nostre città. Innovativo per il mercato americano, Ami incarna perfettamente i valori di Citroën, che sono l’innovazione, un forte impegno nelle sfide sociali e la volontà di offrire una mobilità senza emissioni di CO2.

Citroën Ami è un quadriciclo 100% elettrico in grado di offrire già oggi una valida alternativa per la micro-mobilità urbana. Dal suo lancio ha creato un nuovo segmento di mercato grazie alle sue caratteristiche distintive: l’accessibilità (si guida a partire dai 14 anni, in Francia e in Italia), il prezzo contenuto e le dimensioni compatte.

Citroën Ami è facile da guidare e da parcheggiare. Può trasportare due persone l’una accanto all’altra e si ricarica facilmente in sole tre ore con una semplice presa da 220V. Inoltre, il suo aspetto protettivo, contro gli urti ma anche il maltempo, lo hanno già reso seducente non tanto e non solo tra l’utenza più giovane: gli stessi genitori lo contendono ai figli perché ne apprezzano la praticità.

Citroën Ami è già diventato un vero fenomeno popolare. Lo dimostra l’estesa comunità di fan che si è creata in pochi mesi, con i clienti che esprimono le loro opinioni sui social network, condividono le loro esperienze o propongono idee su come personalizzare il quadriciclo. Il successo di Ami in Europa ha superato le aspettative: più di 14.000 ordini sono già stati effettuati dal lancio e l’80% dei clienti sono nuovi clienti per Citroën. 

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

I più popolari