sabato, Luglio 2, 2022
HomeIl motoreAddio all’ultimo monovolume francese

Addio all’ultimo monovolume francese

Il accaduto dei SUV e dei crossover, che perdura ormai da vari anni, ha reso la vita difficile a tanti altri segmenti e tipologie di automobili. Ma chi ne ha fatto più le spese sono i monovolume, come dimostra l’addio appena annunciato da Citroen. Si chiude così un capitolo durato quasi 30 anni, ma se ne apre di conseguenza uno nuovo, diverso e più adeguato ai tempi che corrono.

Addio alla Citroen Grand C4 SpaceTourer

Sì, è proprio la Citroen Grand C4 SpaceTourer l’ultima pedina dei monovolume della Casa francese, la più dura a morire. Ma con un annuncio appena condiviso Citroen comunica la fine della commercializzazione anche di quest’ultima, che chiude così l’intera gamma che da quasi 30 anni ha servito tanti clienti in nome di soluzioni versatili e spaziose, perfette per viaggiare. La produzione di Citroen Grand C4 SpaceTourer a Vigo in Spagna, terminerà difatti nei primi giorni di luglio, non appena sarà esaurito il portafoglio di ordini. E così, si chiude il sipario.

Le motivazioni dell’addio ai monovolume, come anticipato, sono da ritrovarsi da una parte nei desideri e nelle richieste dei clienti, che da anni sono ormai cambiate, e dall’altra nello stesso settore automobilistico, il quale di conseguenza sta spingendo con maggior vigore verso crossover e SUV (qui la classifica dei più venduti). L’offerta che il costruttore francese rivolge alle famiglie è stato rinnovato di recente, e comprende ora auto come Citroen C5 Aircross o, Nuova C5 X. Per le famiglie più numerose c’è pur sempre e-Berlingo o e-SpaceTourer.

Il capitolo monovolume di Citroen: una storia lunga quasi 30 anni

Vale la pena spendere coppia parole per ripercorrere brevemente la storia di Citroen nel settore dei monovolume, una saga di accaduto, come viene definita dallo stesso costruttore. Nel corso di poco meno di 30 anni Citroen ha venduto quasi 4,5 milioni di monovolume in tutto il mondo, una saga che ha mosso i primi passi nel 1994 con la Citroen Evasion, uscita di scena 8 anni dopo e sostituita dalla C8, più grande e longeva (è stata commercializzata fino al giugno del 2014, per inciso).

Ma il monovolume di Citroen più di accaduto, che segnò di fatto un’epoca fu la Xsara Picasso, fra le auto usate preferite dagli italiani. Presentata nel 1998, ottenne 180.000 vendite solo nel suo primo annata di commercializzazione. Uscì di produzione nel 2012, realizzandone in tutto il mondo più di 1.760.000, che se paragonate al totale di vendite sopraddetto relativo all’intero settore, si intuisce subito il peso che Xsara Picasso ha giocato nel segmento.

La Citroen Grand C4 SpaceTourer chiude l’era dei monovolume della Casa francese.

L’annata successivo, il 2013, segnò il lancio della generazione attuale, che già iniziava a fare i conti con la crescente popolarità dei SUV, nonostante le vendite rimanevano stabili per i tre anni successivi a quota 120.000 l’annata. E qui si chiude il cerchio con la Citroen Grand C4 SpaceTourer, colei che con 352.243 clienti in tutto il mondo tira giù il sipario e lascia il testimone alle nuove soluzioni confortevoli e adatte alla famiglia, le suddette C5 Aircross e C5 X (qui trovi il listino completo), auto che da quest’ultima hannata ereditato l’attenzione al comfort, la modularità e l’ottima abitabilità.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

I più popolari