lunedì, Agosto 15, 2022
HomeUltime novitàA casa tutti bene: 5 cose da sapere sulla prima serie tv...

A casa tutti bene: 5 cose da sapere sulla prima serie tv di Gabriele Muccino

Cos’accade quando un avvenimento gravissimo, rimasto segreto per decenni, torna all’improvviso a galla e minaccia di sconvolgere gli equilibri familiari? È la domanda a cui i Ristuccia, da quarant’anni proprietari del ristorante San Pietro, uno dei più rinomati locali di Roma, dovranno provare a dare una risposta quando i Mariani – un altro ramo della famiglia – si presentano per reclamare un posto all’interno dell’attività. Comincia così A casa tutti bene, la prima serie tv di firmata e diretta da Gabriele Muccino, che racconta le vicende dei protagonisti dell’omonimo film del regista ma dieci anni prima rispetto alla versione cinematografica. Dalla sigla scritta da Jovanotti al ruolo di Emma Marrone, ecco tutto quello che c’è da sapere sul family drama in otto episodi che debutta lunedì 20 dicembre su Sky Serie e in streaming su Now.

A casa tutti bene, la prima serie tv di Gabriele Muccino

«Ho diretto tutti gli otto episodi perché volevo improntare la serie con uno stile di racconto personale e che avesse una liason stilistica con il film originale, che ne prendesse in qualche modo anche nella forma il testimone», spiega Gabriele Muccino, che in A casa tutti bene racconta l’intreccio di diciannove personaggi che compongono il mosaico di una famiglia allargata in cui un primo tassello causerà un effetto domino irreversibile che andrà ad intaccare e poi a distruggere un equilibrio precario e di facciata che tutti avevano cercato di mantenere troppo a lungo. Sono proprio il confronto e i rancori mai sopiti tra la grande agiata famiglia dei Ristuccia e i loro parenti più indigenti, i Mariani, l’innesco dell’effetto domino che porta i personaggi «in luoghi più oscuri, si tinge di un crimine, di un peccato originale che definisce la famiglia e incombe su di essa e tutti i suoi componenti. È in fondo un racconto sulle colpe dei padri che ricadono inevitabilmente sui figli». La serie è diretta da Muccino che l’ha scritta con Barbara Petronio, Andrea Nobile, Gabriele Galli e Camilla Buizza.

Il cast corale, da Laura Morante a Francesco Scianna

È un’appassionante saga familiare A casa tutti bene, in cui un terribile segreto dal passato rischia di riemergere e di avere ancora delle profonde conseguenze nelle vite dei protagonisti. Laura Morante e Francesco Acquaroli guidano il cast nei ruoli di Alba e Pietro Ristuccia, i proprietari del ristorante San Pietro, a Roma: loro sono i genitori di Carlo, Sara e Paolo interpretati rispettivamente da Francesco Scianna, Silvia D’Amico e Simone Liberati. Paola Sotgiu interpreta Maria Mariani, sorella di Pietro e madre di Sandro e Riccardo Mariani, nei cui panni figurano Valerio Aprea e Alessio Moneta. Euridice Axen è Elettra, ex moglie di Carlo, mentre l’esordiente Sveva Mariani è Luna, la figlia della coppia, legata a Manuel, il cuoco del San Pietro, interpretato da Francesco Martino. Nei panni di Ginevra, la compagna di Carlo, c’è Laura Adriani mentre Antonio Folletto è il compagno di Sara, Diego. Nel cast ci sono anche il giovanissimo Federico Ielapi, Maria Chiara Centorami e Mariana Falace.

Il ruolo di Emma Marrone

Dopo essere stata diretta da Muccino ne Gli anni più belli (dove interpretava la compagna di Claudio Santamaria), Emma Marrone è stata richiamata dal regista anche per A casa tutti bene. Nella serie di Sky interpreta Luana, la fidanzata di Riccardo Mariani, una ragazza di borgata, semplice e genuina: la ragazza è incinta ed è molto preoccupata per le condizioni finanziarie di Riccardo e per i suoi debiti di gioco. Per questo lo invita a chiedere aiuto allo zio Pietro, per poter garantire al figlio un futuro migliore. Per Emma il 2021 finisce col botto: Amadeus ha annunciato la sua presenza in gara a Sanremo 2022 ed è stata scelta come protagonista de Il ritorno, il nuovo film di Stefano Chiantini.

La sigla di Jovanotti

Dopo Baciami ancora e L’estate addosso, si rinnova la collaborazione tra Muccino e Jovanotti, che firma la sigla della serie tv. «Qualche mese fa – racconta il cantante – mi ha mandato alcune immagini della serie appena girate e mi ha raccontato cosa aveva in mente. Mi sono messo subito al lavoro soprattutto sulle parole, prima ancora di avere una musica e una melodia ho pensato a una canzone intitolata come la serie e a immagini che non fossero didascaliche rispetto al soggetto di Gabriele».

Le anticipazioni della prima puntata di a Casa tutti bene

I Ristuccia riuniscono nel ristorante di famiglia parenti e amici per i settant’anni di Pietro. La festa sembra procedere per il meglio, tra buon cibo, musica e ringraziamenti da parte del festeggiato ma dietro le quinte vanno in scena scontri tra padre e figlio, gelosie e relazioni clandestine. Quando anche l’ultimo invitato lascia la festa, Pietro discute con la moglie e poi si accascia a terra, colto da un malore. Pietro viene ricoverato in terapia intensiva, vegliato da tutta la famiglia. Carlo si assenta per andare a chiudere l’affare con Mandolesi, mentre Paolo va in aeroporto a prendere il figlio Giovanni: nessuno dei due riesce a tornare in ospedale prima che il padre muoia. I fratelli si accordano per organizzare il funerale e un rinfresco alla casa al mare e quando arriva il giorno dell’apertura del testamento, li aspetta una sorpresa inattesa.

ARTICOLI CORRELATI

I più popolari